giovedì 28 aprile 2011

Tiramisù classico

Chiedo umilmente scusa per questa lunghissima assenza, il tempo vola. Non mi sono resa conto che fosse già passata una settimana dall'ultimo post.
Non sono partita per vacanze ai Caraibi, sono stata sempre nei paraggi. Trascorso una serena Pasqua? Io sì, in famiglia. E poi a Pasquetta, una bella grigliata in campagna, con tanti amici.
Oggi vi propongo il tiramisù. Penso di averlo fatto due volte sole nella mia vita...ma l'ho mangiato molte più volte, eheheh?!? Il risultato mi ha soddisfatta e penso che lo rifarò presto.
Volete la ricetta?

Ingredienti:

- 250 gr di mascarpone
- 3 uova
- 60 gr di zucchero
- circa 16 savoiardi (nel mio caso quelli sardi: più grandi dei savoiardi classici)
- 4 caffettiere da 3 persone di caffè: 12 tazzine di caffè
- cacao in polvere q.b.

Procedimento:



Separare i tuorli delle uova dagli albumi. Mettere questi ultimi in un recipiente insieme ad un cucchiaio di zucchero e montare a neve ben ferma.


In un altro recipiente sbattere, fino ad ottenere una cremina giallo-pallido, i tuorli con lo zucchero rimanente.



Aggiungere il mascarpone e mescolare.


Amalgamare alla crema di mascarpone gli albumi montati a neve.


Intingere i savoiardi nel caffe raffreddato. Disporli nel recipiente in cui si è deciso di "costruire" questo dolce indiscutibile!


Spalmare un corposo strato di crema al mascarpone sopra i savoiardi imbevuti di caffè.


Spolverare con abbondante cacao amaro.


Procedere con il secondo strato di savoiardi. Come si può notare sono disposti perpendicolarmente al primo strato, questo per dare maggior consistenza e stabilità al dolce.


Altro strato di crema al mascarpone.


Mi mancano le foto della fetta. Sarà per la prossima volta. La bontà è assicurata, provatelo!!

mercoledì 20 aprile 2011

Scaloppine al marsala

Le scaloppine sono una riscoperta degli ultimi tempi. In che senso? Nel senso che rappresentano uno dei modi più piacevoli e veloci per cucinare la carne. Le puoi fare in mille modi diversi e aggiungendo ingredienti a piacimento.
I metodi che vanno per la maggiore, in casa mia, sono con il limone e con il marsala. La carne del caro Ermes (il macellaio di fiducia) è sempre una garanzia per la riuscita di ogni piatto!!

Ingredienti per 2 persone:

- due fettine di carne per scaloppine
- farina di riso (o altro tipo di farina)
- olio
- sale
- due spicchi di aglio
- una tazzina da caffè di marsala

Procedimento:



Infarinare per bene le fettine di carne. (Sono 4 non perchè siamo dei mangioni, ma perchè, anche se non sembrerebbe, le fette sono piccole).


In una padella antiaderente versare un filo di olio e mettere due spicchi d'aglio a dorare.



Quando l'olio è bello caldo e l'aglio imbiondisce, aggiungere le fettine di carne infarinate, dopo circa tre minuti girarle sull'altro lato.


Versare la tazzina di marsala sulle scaloppine.



Insaporire per bene le fettine rigirandole spesso e ultimando la cottura.




Questi sono i nostri piatti. Se vi avanza un po' di sughetto versatelo sulle scaloppine, ne vale la pena!!

domenica 17 aprile 2011

Involtini di melanzane

Qualche sera fa, indecisa sul menù, ho iniziato a fare le melanzane alla piastra. Pensa e ripensa, mi sono ricordata che nel frigo c'era ancora una vaschetta di robiola da spalmare e prossima alla scadenza. Pensa ancora ed il lampo di genio si è manifestato, avevo appena comprato il prosciutto di Parma, come potevo non assemblare i tre ingredienti? Ecco che, su di un letto di melanzane arrostite ed a pezzetti, ho adagiato quattro gustosissimi involtini di melanzane, robiola e prosciutto di Parma....avessi avuto anche un po' di rucola sarebbe stato perfetto. Ma vi sembra, comunque, un piatto da disdegnare?

Ingredienti:

- una melanzana rotonda  di media grandezza
- 80 gr di robiola
- 8 fette di prosciutto di Parma
- prezzemolo
- olio evo
- sale
- 4 stuzzicadenti

Procedimento:



Lavare la melanzana, tagliarla a fette sottili, poco più di mezzo millimetro. Scaldare una piastra o una pentola antiaderente e arrostire tutte le fette. Quattro di queste verranno lasciate intere e tutte le altre dovranno essere tagliate a pezzetti irregolari.


Spalmare una buona quantità di robiola su ciascuna fetta di melanzana.


Adagiare due fette di prosciutto sullo strato di robiola. Chi ha in casa la rucola può metterne qualche fogliolina al centro. Arrotolare la fetta di melanzana e tutto il suo contenuto e fermarla con uno stuzzicadenti.


Condire le melanzane a pezzetti con olio, sale e prezzemolo tritato. Mescolare il tutto ed adagiarlo su un piatto di portata, appoggiare i quattro involtini su questo bel letto di melanzane.


Davvero buoni!! Vanno bene come aperitivo ma anche come piatto unico.


giovedì 14 aprile 2011

Ringraziamenti ai miei lettori

Che bella sorpresa!! Vorrei ringraziare i cari lettori di questo blog, fedeli e non, che oggi mi hanno fatto raggiungere il traguardo dei 1000 e passa ingressi, attualmente sono 1073. Una piccola soddisfazione personale (in effetti no, non ho vinto niente!!), che mi dà entusiasmo e che mi incuriosisce tantissimo: ma chi è che mi legge... e non mi scrive?
Buona lettura a tutti e spero possiate rimanere sempre soddisfatti dalle ricette che vi propongo. Grazie.

Silvia


mercoledì 13 aprile 2011

Plumcake di mele al profumo di limone

Vi piacciono le torte di mele? Io non pensavo che, con l'avanzare degli anni e con la scoperta di tanti gusti e tante possibilità di miscele culinarie, questo genere di torta potesse conquistarmi nella sua semplicità.
Le mele abbinate al limone donano completezza alla torta.
Pensare che da piccola la frutta cotta proprio non mi piaceva. Quando sono stata operata di tonsille e di adenoidi in ospedale mi davano sempre mele cotte...le odiavo...come odiavo il gelato che il papà di una bambina, che era nella mia stanza, anche lei operata di tonsille, portava con la stessa tenerezza e premura ad entrambe (carinissimo lui...odiosissima io che non gli ho mai dato la soddisfazione di mangiarlo!!). Oggi le mele cotte le mangio, soprattutto dentro le torte e gli strudel, ed il gelato....anche!!!!
Ingredienti:

- 3 uova
- 280 gr di farina
- 160 gr di zucchero
- 140 gr di burro
- mezzo bicchiere di latte
- un limone biologico intero
- una bustina di lievito
- 3 mele
- granella di zucchero

Procedimento:


Sbattere insieme le tre uova intere, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone.


Far fondere in un pentolino, a fuoco basso, il burro. Quando sarà raffreddato aggiungerlo all'impasto mescolandolo.


Miscelare il lievito e la farina e, a poco a poco, inserirle nell'impasto continuando ad amalgamare tutto.


Spremere il succo del limone e aggiungerlo agli altri ingredienti.


Al solo fine di rendere più morbido l'impasto versare mezzo bicchiere di latte e mescolare.


Sbucciare e tagliare a pezzetti, come più vi piace, le mele. Aggiungerle al composto.


Rivestire la forma del plumcake (24cm x 13 cm) con la carta forno, versare l'impasto e spargere sulla superficie la granella di zucchero. Infornare a 180°, per circa 40 minuti, in forno preriscaldato.




Le torte di mele sono sempre buonissime, se poi hanno anche quel profumo di limone, lo sono ancora di più!!

martedì 12 aprile 2011

Cous cous alle verdure

E' da qualche mese che ho voglia di sperimentare ricette a base di cous cous. L'ho mangiato pochissime volte, più che altro preparato da me senza troppo impegno, solo con ciò che avevo in casa, come questa sera! La mia curiosità per questo piatto è nata tempo addietro, quando ho scoperto che esiste il Cous cous Fest a San Vito lo Capo, una gara gastronomica tra chef dell'area euro-mediterranea. E' una manifestazione che raccoglie sempre grande pubblico e poi è una esplosione di colori, di profumi, di sapori. Dev'essere indubbiamente affascinante, magari mi capiterà di andarci, chissà!
Mi piace l'idea di poter mischiare tanti ingredienti, come quando si prepara una ricca frittata, una paella...forse non gradirei tanto le spezie, ma in effetti dovrei assaggiare e non criticare prima, no?

Ingredienti per 2 persone:

- 140 gr di cous cous
- 140 gr di acqua
- una zucchina media
- una melanzana allungata
- due carote medie
- uno spicchio di aglio
- olio evo (extra vergine d'oliva)
- pepe
- sale
- una quindicina di foglie di basilico

Procedimento:


Mettere l'acqua in una pentola e quando bollie versare a pioggia il cous cous e salare.


Iniziare a sgranare con il cucchiaio di legno aspettando che tutta l'acqua venga assorbita e aggiungere due cucchiai di olio evo.


Spellare uno spicchio di aglio e farlo imbiondire in una padella insieme all'olio e ad un po' di acqua.


Lavare e tagliare a tocchetti le verdure. Io ho spellato le carote e la melanzana. Versarle nella padella e farle cuocere aggiungendo acqua se necessario, per rendere la cottura più veloce coprire con il coperchio. Salare. In un quarto d'ora venti minuti saranno cotte.


Spegnere il fuoco ed aggiungere il cous cous, il pepe e aggiustare di sale.



Lavare bene le foglie di basilico, sminuzzarle e insaporire il cous cous.



Il mio piatto!! Mangiato freddo ha indubbiamente più sapore, il basilico gli dona la freschezza dell'estate, buono! Non ho potuto mettere cipolle per colpa della mia allergia al nichel, ma ovviamente gli ingredienti da aggiungere possono essere tantissimi, compresi i legumi (evitati sempre per via dell'allergia). E con lo zafferano? Ci proverò, mi piace l'idea...mannaggia, averci pensato prima....

giovedì 7 aprile 2011

Insalata di polpo veloce

Questa sera ho cucinato il polpo che ha comprato il mio compagno nel pomeriggio, polpo fresco del Mediterraneo. Non ho avuto tempo per cercare ricette particolari e così sono ricorsa al vecchio metodo veloce e senza pretese, senza troppi ingredienti. Mi piacerebbe provare, non l'ho mai fatto, a cucinare il polpo nella pentola a pressione, l'ho mangiato a casa di amici, cotto insieme alle patate ed era delicatissimo, morbidissimo e gustosissimo!

Ingredienti per due persone:

- un polpo di circa 700 gr
- prezzemolo
- aglio
- olio
- sale

Procedimento:


Purtoppo mi sono ricordata di dover fare le foto a ricetta avanzata. Le fasi mancanti sono le seguenti: sciacquare bene sotto l'acqua il polpo già pulito dal pescivendolo (meno male!). Versare in una pentola capiente la quantità d'acqua che sarà sufficiente a ricoprire il polipo in fase di cottura. Portarla ad ebollizione e quindi aggiungere il polpo utilizzando un metodo particolare che lo renderà più morbido: prenderlo dalla testa ed immergerlo per tre volte nell'acqua e poi lasciarlo cuocere per almeno mezz'ora-quaranta minuti, fate la prova con la forchetta per verificare.
Tirare fuori dalla pentola il polpo e lasciarlo raffreddare, tagliarlo a pezzi abbastanza piccoli.


Preparare il condimento del polpo tagliando del prezzemolo fresco, due spicchi di aglio, il sale e miscelando il tutto con la giusta quantità di olio.


Aggiungere il polpo al suo condimento e amalgamare lasciando riposare almeno una mezzoretta in modo da mangiare un piatto veramente gustoso. Volendo si possono aggiungere olive piccole e nere, ad es. le taggiasche, del peperoncino, le patate e via alla fantasia!